Aggiornato: 8 de settembre, de 2017

Hanno creduto in me – Renato

“Da piccolo sono stato coinvolto in un incidente automobilistico, da cui sono sopravvissuto, il che però mi ha segnato negativamente, infatti non riuscivo più a dormire. A questo motivo, sia i miei nonni e altri parenti, hanno convenuto fosse la soluzione più adeguata portarmi da una stregona, per guarirmi dall’insonnia e recuperare ciò che avevo perso. Col passare degli anni, ogni qualvolta mi si presentava un problema, correvo subito a cercare questo genere di aiuto.

 

A 9 anni ho iniziato a consumare bevande alcoliche e a 12 anni a fumare marijuana, senza riuscire a smettere. Spesso di mia iniziativa, tornavo in questi ambienti solo per poter fare delle offerte alle entità, perché in fondo credevo che mi avrebbero fatto del bene, questo dai miei 9 anni fino ai 23, quando è stato fatto l’ultimo rituale, il più grande e il più rischioso. Difatti, nonostante avessi preso la cosa un pò come gioco, in realtà, in quell’occasione ho visto cose mai viste in tutta la mia vita e, solo a quel punto ho percepito la gravità e la pericolosità di queste pratiche.

 

A distanza di un anno mi sono ritrovato pieno di disturbi, non riuscivo più a dormire, sentivo presenze dentro casa, quando mi sdraiavo per dormire sentivo come se qualcuno mi volesse soffocare. Per riuscire a dormire, ero costretto a bere fino all’eccesso, ma anche così non riuscivo a chiudere gli occhi. Così ho provato a cercare nuovamente aiuto, senza riuscire a liberarmi della sofferenza che stavo vivendo.

 

Ed è stato esattamente nel momento più difficile per me, che ho ricevuto un invito per andare alla Forza Giovane, e lì ho ricevuto l’aiuto di cui avevo bisogno. Ho iniziato a mettere in pratica tutti gli insegnamenti ricevuti, e ogni volta mettevo sempre più forza, ho imparato come lottare contro questo male che mi stava tormentando da anni.

 

Così sono riuscito a liberarmi da ognuno di quei sintomi, inoltre ho imparato a lottare contro ogni male che si alza contro di me, come le difficoltà quotidiane. Oggi tutte quelle pratiche non fanno più parte della mia vita, oggi dormo bene, non ho più bisogno di bere per poter dormire, non sento più quelle presenze che mi tormentavano, sono una persona nuova e posso dire che oggi la mia vita è un’altra e non è più come l’ho vissuta per tanti anni.”

-Renato Mayorga

Deixe um comentário

Effettua l'accesso tramite queste reti sociali:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *